Cybercrime ‘spettro’ anche di Pmi

ottobre 22, 2014

Cybercrime ‘spettro’ anche di Pmi

Le aziende italiane, indipendentemente dalla dimensione, sono sottoposte ad un bombardamento continuo di attacchi informatici, mirati sia ad usarne le risorse per finalità fraudolente (inviare spam, phishing, ospitare malware, sfruttarne il “brand” per colpirne gli utenti), sia a sottrarne la proprietà intellettuale per finalità di spionaggio industriale. E’ proprio alla sicurezza informatica delle Piccole e medie imprese è dedicata la quarta settimana del Mese Europeo per la Sicurezza Informatica (ECSM – European Cyber Security Month), organizzato dall’agenzia europea ENISA, con la collaborazione in Italia di Clusit.

La criminalità informatica il nuovo spettro che si aggira occulto tra gli uffici e gli impianti delle PMI, spesso veicolato dai computer e smarphone degli stessi dipendenti, dirigenti e imprenditori” dichiara il Prof. Michele Colajanni, Ordinario presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. “E’ un problema vile, in quanto ha l’abitudine di colpire alle spalle da lontano, rischioso perché può impattare il cuore stesso dell’azienda nella sua componente finanziaria, commerciale e progettuale, e tanto più pericoloso quanto più è ignoto nella sua reale portata”.

Leggi articolo completo…

Copyright Ansa – www.ansa.it

Comments

?>